CONCORSO TERMINATO

Siamo spiacenti ma il concorso è terminato per tanto non è più possibile parteciparvi.

Concorso “Cartolina – sondaggio 125esimo”

Articolo 1 - Concorso
1.1 La Società Editrice del Corriere del Ticino SA organizza un concorso pubblico gratuito.

Articolo 2 - Partecipazione
2.1. La partecipazione al concorso è gratuita ed aperta a tutte le persone fisiche, maggiori di 18 anni, residenti in Svizzera. Ogni persona potrà partecipare una sola volta al concorso indicando la sua preferenza tra le categorie presentate.
2.2. Partecipano al concorso tutti coloro che avranno compilato l’apposito tagliando on line accedendo al sito www.cdt.ch/cartolina dal 23.06.2016 (ore 24.00) fino al 07.07.2016 (23.59).
2.3. I partecipanti autorizzano la Società Editrice del Corriere del Ticino SA ad usare i loro dati per operazioni di marketing.
2.4. Il partecipante dichiara di essere d’accordo che, nel contesto di tale concorso, la Società Editrice del Corriere del Ticino SA elabori e tratti i suoi dati personali nel rispetto della vigente legge svizzera sulla protezione dei dati.
2.5. Non possono partecipare al concorso:
- I dipendenti della Società Editrice del Corriere del Ticino SA e del Centro Stampa Ticino SA.
2.6. Nessuna corrispondenza verrà tenuta in merito al concorso in oggetto.
2.10. La Società del Corriere del Ticino SA si riserva il diritto di escludere dal concorso, senza necessità di comunicazione e motivazione, i partecipanti al concorso che non abbiano rispettato le condizioni del presente regolamento.

Articolo 3 - Aggiudicazione premi
3.1. I vincitori estratti saranno contattati personalmente da Società Editrice del Ticino SA via e-mail. Non sarà fornita alcuna comunicazione circa data e modalità dell'estrazione.
3.2. I premi (3 orologi e 3 abbonamenti annuali al CdT cartaceo) non possono essere cambiati o convertiti in denaro. Sono escluse le vie legali.
3.3. La Società Editrice del Corriere del Ticino SA e i loro fornitori non possono essere resi responsabili per la mancata assegnazione dei premi per motivi indipendenti dalla loro volontà (indirizzi incompleti o errati dei vincitori).
3.4. La Società Editrice del Corriere del Ticino SA si riserva il diritto di verificare l'esattezza dei dati dei partecipanti al momento dell'assegnazione dei premi. I premi vengono assegnati solo ai partecipanti che hanno fornito dati personali e generalità corretti e fedefacenti. I partecipanti s’impegnano a non assumere l'identità di altri né a utilizzare pseudonimi. In tali casi la Società Editrice del Corriere del Ticino SA si riserva il diritto di non assegnare i premi.
3.5. Il vincitore è responsabile del ritiro del premio, dovendosi fare carico di ogni e qualsiasi costo relativo. Ogni e qualsiasi spesa, costo, imposta o altra tassa in relazione alla vincita di un premio è a carico del vincitore. La Società Editrice del Corriere del Ticino SA non fornisce alcuna garanzia per i prodotti e i servizi di terzi.

Articolo 4 - Modifiche / Annullamento
La Società Editrice del Corriere del Ticino SA si riserva il diritto di ridurre, estendere, modificare i termini del concorso, come di disdire il medesimo o parte di esso senza preavviso, e senza necessità di motivazione. La Società Editrice del Corriere del Ticino SA non potrà in alcun caso essere ritenuta responsabile o tenuta a risarcimento alcuno.

Articolo 5 - Protezione dei dati
Con la loro partecipazione i partecipanti acconsentono che i loro dati possano essere utilizzati da Società Editrice del Corriere del Ticino SA per scopi pubblicitari. Società Editrice del Corriere del Ticino SA non trasmette i dati personali a terzi né li cede loro per l'utilizzo. I partecipanti hanno diritto a vietare in qualunque momento a Società Editrice del Corriere del Ticino SA l’utilizzo dei dati attraverso l’indirizzo e-mail (servizioclienti@cdt.ch).

Articolo 6 - Diritto applicabile e foro competente
Il concorso ed il presente Regolamento sono retti dal diritto svizzero. Per tutte le controversie derivanti dal presente regolamento e dal concorso, o comunque collegate agli stessi, ivi comprese quelle concernenti la validità, la nullità, la violazione degli stessi, è competente la Pretura di Lugano con facoltà di ricorso alle istanze superiori. Muzzano, giugno 2016